5 borghi più belli d'Italia in camper

Nel marzo 2011 nasce l’Associazione I Borghi più belli d’italia. Si tratta di un'iniziativa volta a valorizzare il grande patrimonio di storia, arte, cultura, ambiente e tradizioni presente nei piccoli centri urbani. L’associazione garantisce, attraverso tutela, recupero e valorizzazione, il mantenimento di un patrimonio di monumenti e di memorie che altrimenti andrebbe perso.

Negli ultimi anni si sta riscoprendo sempre più la bellezza di vivere spazi e tempi di maggiore qualità, legati al verde e all’aria aperta, alla riscoperta di atmosfere, odori e sapori di un tempo in questi piccoli centri abitati di cui la nostra Italia è costellata. Che si tratti di una alternativa valida alla vita nelle grandi città o di meta vicina per una gita fuori porta, i borghi saranno ancor di più  e senza dubbio i protagonisti delle nostre prossime avventure!

Per questo motivo, abbiamo selezionato per voi 5 borghi tra i più belli e caratteristici in Italia da visitare in camper

Queste piccole perle sono sorte in epoche ormai lontane, il più delle volte in punti strategici per il combattimento e la difesa.

Non sempre si tratta di borghi raggiungibili direttamente a bordo di un camper.  Ti consigliamo pertanto di trovare l’area di sosta camper più’ vicina, di indossare il giusto abbigliamento ed essere pronto per partire all’avventura!

  1. San Leo
  2. Montefiore Conca
  3. Civita di Bagnoregio
  4. Barga
  5. Cornello dei Tasso

1. San Leo (Rimini)

San Leo, uno dei borghi più belli in Emilia Romagna, affiora su una roccia tra San Marino, Marche e Toscana e domina il paesaggio della Valmarecchia.

Il borgo sorge a circa 600 metri sul livello del mare ed é costituito da una pieve e una cattedrale consacrata al culto di San Leone (da cui il nome del borgo) ed una piazza dedicata a Dante Alighieri che qui soggiornò durante l'esilio. Distanziata dall'abitato c'è poi, quasi in equilibrio, la fortezza costruita in cima a uno sperone di roccia, utilizzata dapprima per scopi militari e intorno al 1600 come carcere dallo Stato Pontificio, tra le cui mura fu anche condannato e rinchiuso il Conte di Cagliostro, noto esoterista e alchimista del tempo.

Ti consigliamo di scoprire il borgo a piedi. Dal convento di Sant’Igne, la cui fondazione è attribuita a San Francesco, prende il via un percorso a piedi o in bici, dal ritmo lento alla scoperta della zona naturalistica circostante che alterna paesaggi aspri a paesaggi dolci. Altre attività possibili nei dintorni: deltaplano, parapendio e paracadutismo sportivo.

Non poteva che chiamarsi "balsamo di Cagliostro" il digestivo a base di liquirizia tipico del borgo. Altra specialità, il miele di San Leo e il formaggio alle foglie di noce.

 Nel 2011 il borgo ha donato la cittadinanza onoraria a Umberto Eco, il quale ne era molto legato.

2. Montefiore Conca (Rimini)

Ancora in provincia di Rimini per un altro tra i borghi più’ belli in Emilia Romagna. Montefiora Conca è un piccolo borgo che ha conosciuto prosperità tra il 1300  e il 1500 grazie ai Malatesta, noti Signori di Rimini.

Il borgo é a circa 400 m di altezza sul livello del mare. Lascia il tuo camper in una delle aree di sosta e scoprine la bellezza a piedi. 

Dal terrazzo in cima alla fortezza, la Rocca Malatestiana, il panorama è emozionante e lo sguardo si apre su tutta la Val del Conca, in una immensa distesa di castagni e ulivi a ridosso del mare.

Gli spazi carichi di suggestione della rocca hanno ammaliato Ezra Pound autore statunitense che ha trascorso la maggior parte della sua vita in Italia e che, affascinato dalla figura di Sigismondo Malatesta, cita Montefiore nei suoi scritti.

Per gli amanti della natura, particolarmente caratteristici sono i sentieri segnati che portano verso la Valle del Ventena e Gemmano, da percorrere a piedi o in mountain bike.

La Rocca Malatestiana, che domina il borgo, ospita eventi culturali e mostre di arti visive. Nei dintorni, puoi scoprire anche la rarità dell’ambiente naturale che circonda Montefiore mentre nell’area protetta delle Grotte di Onferno si possono visitare alcune cavità interessanti dal punto di vista speleologico e naturalistico. 

Se visiterai il borgo in ottobre, potrai partecipare alla tipica sagra della castagna.

3. Civita di Bagnoregio (Viterbo)

Ci troviamo qui in uno dei borghi più belli d’Italia in Lazio, per la precisione in provincia di Viterbo. Civita di Bagnoregio è conosciuta anche come “la città che muore”: appellativo che rispecchia appieno il suo destino.

Le case medievali del borgo sono adagiate infatti su un monte tufaceo che continua a sgretolarsi lentamente. Parcheggia il tuo camper in una delle aree di sosta ai piedi del colle.

Percorri a piedi il ponte che consente di raggiungere questo borgo: non perderti lo spettacolo del piccolo borgo in lontananza circondato da valli dal Parco dei Calanchi, costituito dai residui dei fenomeni erosivi.

Su questo terreno di sabbie non crescono alberi né arbusti: ne deriva pertanto un paesaggio surreale dall’aspetto quasi tetro. Il ponte è stato costruito solo durante il Novecento quando l’erosione del terreno ha provocato in meno di due secoli una frattura che ha separato Civita da Bagnoregio.

La fondazione del borgo per mano degli Etruschi è ancora visibile nella struttura urbanistica ricca di una fitta rete di cunicoli sotterranei. 

Civita di Bagnoregio diede i natali a San Bonaventura, patrono del borgo: in giugno il borgo accoglie il Convegno di studi bonaventuriani.

Inoltre, la prima domenica di giugno e seconda di settembre si può assistere al Palio della Tonna, tipica corsa di asini con fantini.

 Attività all'aperto consigliate sono trekking e mountain bike per i sentieri lungo la Valle dei Calanchi.

4. Barga (Lucca)

Noleggia un camper a Lucca e scoprine uno dei borghi più belli in Toscana: Barga.

Il castello ne domina il profilo e mostra la struttura tipicamente medievale del borgo.

Posto a 400 metri sul livello del mare, si lascia piacevolmente visitare. Attraversane i vicoletti a piedi. Visitane il Conservatorio di Santa Elisabetta, antico monastero delle clarisse, e il Duomo. 

Barga è immersa nella verde bellezza dei boschi della Garfagnana.

Il nome di questo borgo è senza dubbio legato al poeta Giovanni Pascoli: Casa Pascoli è un museo aperto al pubblico che oltre a custodire abiti, arredi e oggetti del poeta, offre eventi musicali e manifestazioni artistico-fotografiche e festival. Il “Teatro dei differenti” é un altro luogo chiave a Barga per la vita del poeta. 

5. Cornello dei Tasso (Bergamo)

Uno dei borghi più belli in Lombardia è senza dubbio Cornello dei Tasso, borgo medievale che rappresenta uno dei più importanti siti culturali della Val Brembana.

Anticamente posto lungo la Via Mercatorum, Cornello era centro importante di commerci tra la Valtellina e Bergamo, ma decadde dopo la costruzione della via Priula. Questo isolamento ne ha conservato l’antico impianto. 

I Tasso furono un'importante famiglia bergamasca che diede i natali al grande poeta Torquato Tasso ed anche a varie generazioni di organizzatori dei servizi postali che partendo dal loro antico borgo seppero espandersi in tutta europa dando origine alla più’ importante e organizzata rete postale dei secoli passati.

Dal momento che l'abitato sorge su uno sperone roccioso, dominato dalla chiesa e dal suo campanile, ti consigliamo di lasciare il tuo camper in una area di sosta nei dintorni e avventurarti a piedi o in bici.

Sono molti infatti i sentieri e i percorsi lungo le antiche strade romane che qui si intrecciano. Per esempio, una passeggiata di mezz’ora consente di arrivare, attraverso l’antica via mercatorum, oggi una semplice mulattiera che attraversa prati, boschi e vallette, a Oneta, dove la tradizione pone la “casa di Arlecchino”.

Altre attività consigliate a contatto con la natura trekking, escursioni in montagna, canoa e rafting.