La Romantische Strasse in camper

29 Ottobre 2021 Viaggi

La Romantische Strasse in camper

Si chiama la Strada romantica (in tedesco Romantische Straße) e si tratta di uno degli itinerari in camper più famosi e belli d'Europa. Siamo in Germania, la strada parte dal Meno, attraversa la Baviera e arriva nelle Alpi. Ad ogni chilometro che percorrerai in camper capirai il perché di questo nome: tra castelli incantati, borghi da fiaba e paesaggi da sogno, il tuo viaggio sarà un’immersione nell’arte, nella letteratura, ma soprattutto in un’atmosfera d’altri tempi dalla quale faticherai a staccarti una volta finito il tuo viaggio.

Un po' di storia...

La Via Romantica si trova in Germania, è lunga 470 km e va da Würzburg a Füssen. Fu costruita nel 1950 per richiamare turisti nella Germania che usciva a pezzi dalla seconda guerra mondiale, e per restituire alla patria di Goethe, di Beethoven, e soprattutto del Romanticismo, la sua identità culturale più profonda, sepolta sotto le macerie lasciate dal nazismo. Si decise di chiamarla Romantische proprio in onore della corrente artistico-letteraria ottocentesca e lungo il percorso s’incontrano vallate e campi coltivati, castelli e borghi medievali, boschi fatati, prati in fiore e imponenti montagne, le Alpi. È proprio da qui che ti consigliamo di iniziare il tuo viaggio, risalendo la strada al contrario rispetto alla sua costruzione: da Füssen, il “capolinea” meridionale, deliziosa cittadina al confine con l’Austria.

Itinerario Romantische Strasse in camper

Ricordati di seguire sempre la segnaletica marrone (per le piste ciclabili i segnali sono verdi, per il percorso escursionistico a piedi, blu), che indica ai turisti in auto il percorso migliore, più lento e più panoramico, per muoversi tra le località della Strasse. Eviterai così le strade statali, sicuramente più veloci ma maggiormente trafficate, e apprezzerai le bellezze dei piccoli centri lontani dalle grandi arterie.

In fondo all'articolo le principali aree di sosta per camper lungo la Romantische Strasse.

Tappa 1: Füssen e i castelli di Hohenschwangau e Neuschwanstein

Affacciata sul fiume Lech, il cui lungofiume ti darà già un primo assaggio di romanticismo, Füssen è cresciuta intorno a un ordinato e caratteristico centro storico dalle case con i tetti spioventi, la cui via principale, la Reichenstrasse, seguiva il corso dell’antica strada romana Claudia Augusta e oggi è il cuore pulsante della città bavarese, dove potrai fare shopping di souvenir e cenare a base di specialità locali. Da qui si diramano tortuose stradine medievali che si aprono a sorpresa su piazze vegliate da fontane e chiese barocche. Ma Füssen è nota soprattutto per il suo l’Hohes Schloss (Castello Alto), uno dei più antichi e meglio conservati complessi architettonici dell’era tardo gotica. Dopo averlo visitato, vai a vedere anche l’Abbazia di San Magno, nel cui convento benedettino potrai ammirare la famosa danza macabra: un affresco dipinto da Jakob Hiebeler nel 1602, quando la peste aveva falcidiato buona parte della popolazione: raffigura la Morte che porta via con sé persone di tutti i ceti, perché nessuno può sottrarsi alla danza dell’ultima ora. 

Non lontano da Füssen si trovano anche  il Castello di Hohenschwangau (vedi foto sopra), dimora del principe Ludwig II di Baviera e il più celebre castello di Neuschwanstein (vedi foto sotto), fatto costruire dal sovrano in onore del compositore suo amico Richard Wagner, e conosciuto in tutto il mondo per essere stato modello dalla Disney per i castelli incantati dei suoi film d’animazione. 

Tappa 2: Steingaden - Landsberg - Friedberg

Risalendo lungo la Romantische Straße, noterai che la segnaletica marrone ti indica il comune di Steingaden. Ad annunciare davvero la cittadina però sarà una chiesa dalla forma ovale: è la Wieskirche, un  santuario in stile rococò risalente alla metà del 1700, patrimonio dell’Unesco dal 1983. Negli anni, il santuario è diventato importante meta di pellegrinaggio, in seguito alla segnalazione di alcuni fedeli che dicevano di aver visto lacrimare una statua di Cristo flagellato.  

Nel comune di Steingaden, puoi trovare diversi parcheggi, ma non aree di sosta, ti consigliamo perciò una visita del borgo e del complesso monasteriale "Welfenmünster" fondato nel 1147 dal duca Guelfo VI e che sorge al centro del paese, e poi di spostarti verso Landsberg. La cittadina, che appare come un pittoresco paesino sulle sponde del fiume Lech, è nota per aver ospitato nelle sue prigioni Adolf Hitler dopo il Putsch di Monaco, il fallito colpo di stato del 1923. Poco distante di può ammirare la  Mutterturm (Torre della madre), un complesso in stile medievale fatto erigere dal pittore Hubert von Herkomer a fine ‘800 in onore della sua amata mamma.

Dista da Landsberg una quarantina di chilometri un’altra piccola e romantica cittadina medievale adagiata sulle sponde del fiume Lech: Friedberg, “città ducale dell’antica Baviera” fondata dal duca Ludovico nel 1264). Tetti a falde, bovindi e torri caratterizzano il centro storico del borgo circondato dalle antiche mura, ancora ottimamente conservate. La città è vivace e ricchissima di iniziative per i turisti ma senza aree camper: ci sono solo parcheggi gratuiti, come quello al 29 di Herrgottsruhstraße. 

Tappa 3: Augusta

È nota come la città del Cuius regio, eius religio, il principio sancito con la pace siglata qui nel 1555, che stabiliva definitivamente la divisione della Germania tra cattolici e protestanti. Oggi Augsburg (Augusta) è la terza città più grande della Baviera dopo Monaco e Norimberga, ma conserva ancora nel centro storico quel fascino medievale che la rende antica e contemporanea allo stesso tempo: sontuosi edifici gotici, rinascimentali e rococò ospitano oggi ristoranti, birrerie e bar di tendenza, artigiani tradizionali come cappellai e conciatori sono aperti accanto a torrefazioni di caffè moderne e boutique alla moda. 

Non perdere, al numero 30 della Frauentorstraße, la Mozarthaus dove, il 14 novembre 1719, nacque Leopold Mozart, padre del grande Amadeus, e poi dedica un po’ di tempo alla scoperta di una delle maggiori attrattive della città: la Fuggerei. Si tratta di un quartiere, nato nel 1516 dalla volontà del banchiere tedesco Jakob Fugger, destinato ad accogliere e dare alloggio ai cittadini cattolici indigenti. Ancora oggi le regole per accedere a uno dei 142 appartamenti sono le stesse del 1521 e l’affitto simbolico è di 88 centesimi al mese più 3 preghiere al giorno e qualche piccolo servizio per la comunità.

Tappa 4: Donauwörth - Nördlingen - Dinkelsbühl

Lasciata Augusta continua a seguire i cartelli marroni procedendo verso nord, direzione Donauwörth, che sorge su una collina alla confluenza del Danubio con il Wörnitz. Anche qui i banchieri della famiglia Fugger hanno lasciato la loro impronta: in particolare nella Fuggerhaus, edificio rinascimentale  che si trova sulla Reichsstrasse, strada principale del centro storico, su cui affacciano anche palazzi nobili, caffè e boutique. Fai un salto a visitare anche la cattedrale Zu Unserer Lieben Frau (Nostra Cara Signora) e il Käthe-Kruse-Puppen-Museum (Pflegstrasse 21) nel quale potrai ammirare una raccolta di oltre 150 bambole d’epoca, le più antiche risalgono all'inizio del Novecento.

Ci vuole una mezz’oretta circa per arrivare da Donauwörth a Nördlingen, delizioso borgo medievale dominato dalla chiesa di St Georg dal cui belvedere si gode la vista delle mura perfettamente conservate, delle case medievali e della distesa del cratere meteoritico su cui sorge la cittadina. Curiosità: qui si è addestrato per qualche giorno l’equipaggio dell’Apollo 16 e nel Museo del Cratere si può vedere un campione di roccia lunare donato proprio dai tre astronauti. Ancora oggi un guardiano fa la ronda lungo le mura: non stupirti quindi se alle 22 senti il grido "So, G'sell, so” vuol dire che va tutto bene!  

Dinkelsbühl va vista all’ora del tramonto, quando la luce della sera scende lenta sui tetti e sulle sue 16 torri e avvolge la città di una magia dorata. Anche qui il guardiano notturno fa ancora la ronda lungo le cinta murarie, ma stavolta lo potrai seguire in un tour guidato, che parte dal portale della chiesa di St Georg, alle 21. Percorri anche i vicoli tortuosi e le piazze acciottolate, non perdere l'ex birreria Ratsherrentrinkstube (oggi Gustav-Adolf-Haus), i pittoreschi alberghi Hezelhof e Deutsches Haus, lo Schranne, l'antico magazzino dei viveri, il castello barocco dell'Ordine Teutonico e il Malerwinkel, l'angolo dei pittori che si trova accanto allo "stagno di Rothenburg" con la torre Faulturm.

 

Tappa 5: Rothenburg ob der tauber - Röttingen- Würzburg

Tra le tante cittadine che sorgono lungo la Via Romantica, Rothenburg ob der Tauber è un vero gioiello dell’arte medievale da non perdere assolutamente. Il borgo è dominato dalla torre del municipio - su cui si può salire inerpicandosi su 220 gradini - e circondato da mura che ancora si possono percorrere. Fulcro del paese è la piazza del mercato, mentre la via principale è la Herrngasse (Via dei Signori), su cui si affacciano eleganti abitazioni con facciate in diversi stili e colori, balconi ricchi di fiori e molti negozi. Il più noto è quello della famiglia Wohlfahrt, una deliziosa bottega di giocattoli ed articoli natalizi fondata nel 1977: approfittane per acquistare regali di Natale davvero originali! 

Riparti in direzione Röttingen, nota come la città delle meridiane, perché vanta una strada lungo la quale si possono ammirare ben 25 orologi in due chilometri. La via porta al nucleo medievale della città, attraversando vicoli con caratteristiche case a graticcio e superando il castello di Brattenstein che ogni anno si trasforma nel romantico sfondo del Festival di Röttingen. Intorno alla città corrono ancora le antiche mura cittadine, che presentano integre le sette torri di guardia, ma è il territorio intorno che più di tutto merita la visita: un paesaggio unico, fatto di vigneti, colline, frutteti e muretti in pietra.  

Il tuo viaggio sta per terminare, sei quasi al capolinea settentrionale, ma prima di arrivare a Würzburg devi fare assolutamente tappa al rinascimentale Castello di Weikersheim, residenza principale del Conte Wolfgang. Rimarrai incantato dall’elegantissimo giardino barocco: ricco di statue raffiguranti le stagioni, gli elementi, i pianeti e le divinità, è anche popolato da un seguito di nani. Una scelta bizzarra, ma molto scenografica. Puoi parcheggiare nel Parking Weikersheim, non lontano dal castello. Da qui alla città vescovile di Würzburg, sede anche di una prestigiosa università, sono una quarantina di chilometri. A richiamare la tua attenzione sarà subito la monumentale Residenz, la residenza dei principi-vescovi, dichiarata dall’Unesco patrimonio dell’umanità. Qui è conservato il celebre affresco del pittore veneziano Giambattista Tiepolo, Omaggio del mondo al principe vescovo, che si trova sulla volta dello scalone d’onore. Dopo un giro nel centro storico, vai a bere un bicchiere  all'Alte Mainbrücke (Ponte vecchio sul Meno) e sali alla Fortezza di Marienberg: la vista del panorama in cui è immersa la città sarà il modo migliore per chiudere in bellezza il tuo viaggio.

Aree sosta camper Romantische strasse

I tappa: Wohnmobilplatz Sportstudio, in Abt-Hafner-Straße, 2 (a pagamento, acqua, elettricità, sauna, doccia, bagno, scarico acque nere e cassetta. Animali ammessi)

II tappa: Wohnmobilstellplatz Landsberg am Lech, 2 Gottesackerangerweg (a pagamento: troverai acqua, elettricità, scarico acque nere e cassetta)

III tappa: Wohnmobilstellplatz Wertach di Holzbachstraße, 12 (è a pagamento e troverai anche acqua, elettricità e scarico acque nere)

IV tappa:

  • Wohnmobilstellplatz Donauwörth, 2 Neue Obermayerstraße (è gratuito: troverai acqua, elettricità, scarico acque nere e cassetta wc)
  • Wohnmobilstellplatz Nördlingen, 2 Kaiserwiese (a pagamento: troverai acqua, elettricità, docce, bagni e scarico acque)
  • Wohnmobilstellplatz Dinkelsbühl, 11 Mönchsrother Straße (a pagamento, troverai elettricità, acqua e scarico acque nere e cassetta) 

V tappa:

  • Whonmobilstellplatz P2 Nördlinger Straße, 6 Nördlinger Straße (a pagamento, troverai: acqua, elettricità, scarico acque nere e cassetta)
  • Weinbau Bach, Klingener Str. 1, 97285 Röttingen (è gratuito: troverai acqua, elettricità, docce, bagni, scarico acque nere e cassetta)
  • Privatstellplatz Kanu Club Würzburg, 13B Mergentheimer Straße (a pagamento, servizi + docce)