Che cos’è il Worldschooling?

9 Agosto 2022 Viaggi

Che cos’è il Worldschooling?

Il nomadismo digitale non è emerso con la pandemia, ma la situazione sanitaria gli ha dato un nuovo impulso e, soprattutto, è cambiato il profilo del nomade digitale. Infatti, sempre più famiglie decidono di lasciare la loro routine per intraprendere l'avventura di una vita in viaggio in camper o furgone camperizzato. E starai pensando, come fanno con l'istruzione dei figli? Per fortuna, oggi esistono diversi metodi di educazione alternativi che si adattano a questa vita. Non sai ancora cos'è il Worldschooling? Te lo spieghiamo noi! 

Che cos’è il Worldschooling?

Come l’avrai indovinato dal nome, la parola, Worldschooling significa che il mondo diventa una scuola. È un metodo di insegnamento che permette ai bambini di imparare vivendo delle esperienze con ciò che li circonda: esperienze, luoghi, culture, lingue, ma anche con la famiglia, la natura, le amicizie... Anche se è possibile fare del Worldschooling senza uscire di casa, questo metodo di apprendimento viene generalmente utilizzato in viaggio dato che il viaggio stesso diventa il programma di studio e le esperienze vissute diventano le lezioni. 

Questo termine è stato inventato più di dieci anni fa dallo scrittore e viaggiatore americano Eli Gerzon, dopo aver notato che aveva acquisito tante conoscenze con i viaggi. 

Worldschooling, Unschooling e Homeschooling 

Il Worldschooling è spesso associato ad altri termini come Unschooling o Homeschooling. Non ti preoccupare, ti spieghiamo qual è la differenza con il Worldschooling. 

Ovviamente, ogni concetto ha vari livelli e modi di applicazione a seconda delle esigenze di ogni famiglia.

  • Unschooling: in italiano si potrebbe tradurre con "non scolarizzato" e significa che vengono abbandonati i metodi tradizionali di insegnamento per lasciare spazio alla curiosità. Il suo precursore, John Holt, riteneva che i bambini non avessero bisogno di essere costretti a imparare e che avrebbero imparato naturalmente seguendo i propri interessi e avendo a disposizione una varietà di risorse per l'apprendimento.
  • Homeschooling: letteralmente, "istruzione a casa". Sono i genitori o i tutori che stabiliscono gli orari, il programma e che fanno lezione. Alcune famiglie seguono il programma raccomandato dal Ministero, altre preferiscono applicarne un altro, a seconda delle proprie convinzioni o seguire metodologie di apprendimento alternative come il metodo Montessori.

Come funziona il Worldschooling?

La verità è che non ci sono regole fisse! Ogni famiglia fa il Worldschooling a modo suo e lo combina anche con altri metodi. Alcuni possono propendere per un'istruzione più tradizionale durante il viaggio, alternando delle lezioni strutturate con un apprendimento più naturale durante il viaggio. Altri possono optare per un approccio più rigoroso, affidandosi a esperienze che stimolino la curiosità dei bambini.

Quali sono i vantaggi del Worldschooling?

I vantaggi del Worldschooling sono tanti, ma ecco per te i motivi principali per cui scegliere questo metodo:

  • L’apprendimento esperienziale.  Nel Worldschooling non ci sono compiti a casa e, di solito, il Worldschooling viene effettuato con le esperienze. Per esempio, imparare cosa sia un vulcano visitandone uno, invece di studiarlo in un libro. Nella maggior parte delle scuole, i bambini devono svolgere compiti "prefabbricati": documenti da completare, lezioni noiose .... Con questo metodo, impareranno più naturalmente.
  • Più tempo all'aperto e meno tempo davanti agli schermi. È scientificamente dimostrato che stare all'aria aperta è essenziale per lo sviluppo cerebrale dei bambini. Quindi viaggiando, i Worldschoolers trascorrono molto tempo all'aria aperta e sono meno davanti dagli schermi.
  • Meno stress. Basta con gli orari! Non dovrai più preoccuparti degli orari delle lezioni, dei voti, o della consegna dei compiti, poiché il mondo diventerà una scuola.
  • Suscitare la curiosità. Non seguendo un programma definito, il bambino scoprirà degli argomenti che lo appassioneranno e sarà sempre più interessato a saperne di più.  
  • Insegnanti del mondo intero. Incontreranno persone nuove, con culture e lingue diverse, che li faranno crescere. Così, avranno una mente più aperta e si adatteranno più facilmente ai cambiamenti.

Consigli per il Worldschooling

Forse non avrai bisogno che ti spieghiamo i motivi per cui dovresti scegliere il Worldschooling per l'educazione dei figli, ma se ti interessa sapere come fare il Worldschooling, ecco alcuni consigli: 

  • Stabilisci il tipo di Worldschooling. È molto importante analizzare se la tua situazione personale ed economica ti permette di "essere un Worldschooler" a tempo pieno o a tempo parziale. Come accennato, si può anche combinare con l'istruzione tradizionale o con l'homeschooling.
  • Coinvolgi il bambino nelle attività quotidiane. Ad esempio, per il rinnovo del passaporto o per la pianificazione di un'escursione. Aiuta a rafforzare i legami familiari, a prepararsi ad avere delle responsabilità e a sviluppare delle competenze.  
  • Crea un diario di viaggio. Per incoraggiare l'apprendimento, puoi scrivere un diario di viaggio in cui inserire aneddoti, disegni, foto, mappe, souvenir, cartoline o le cose imparate. Le possibilità sono infinite!
  • Suscita il loro interesse. Prima di visitare un luogo, spiega ai tuoi figli cosa andrete a visitare, con dei video o dei libri per suscitare la loro curiosità. Se il bambino è interessato, imparerà più velocemente! 
  • Aumenta la sua curiosità. Seguendo il consiglio precedente, se, ad esempio, noti che tuo figlio ha un interesse per le scienze, cerca delle attività legate a questo argomento.  
  • Non cercare di essere un insegnante. I bambini, al di fuori dalla scuola, non hanno bisogno di insegnanti ma piuttosto di un compagno di avventura.
  • Prova! Non è necessario abbandonare tutto per provare il Worldschooling. Puoi iniziare a viaggiare per qualche mese e provare questo stile di vita...!

Come prepararsi? 

Il Worldschooling non richiede molte risorse in più rispetto a quelle necessarie per un viaggio tradizionale di lunga durata ma ti consigliamo comunque di:

 

  • Risparmiare. Il Worldschooling richiede molto tempo e tanta pazienza. Ti consigliamo di mettere da parte dei soldi. Così, avrai dei risparmi e più tempo da dedicare ai tuoi figli. 
  • Verificare i documenti. Prima di partire in giro per il mondo, non dimenticarti di controllare che tutti i documenti siano aggiornati: visti, passaporti, vaccinazioni, ecc.
  • Stipulare una buona assicurazione di viaggio. Un'altra grande preoccupazione per i genitori che viaggiano attorno al mondo è la salute. È quindi molto importante aver stipulato una polizza assicurativa, come l'assicurazione Cap Avventura di Chapka, creata appositamente per le famiglie nomadi e che copre le spese mediche e di ricovero (e tante altre garanzie!).

Ora che sai tutto del Worldschooling, cosa stai aspettando per provarlo?